Speranze in bianco verde

Posted by Mate Tre under Jets #28 on Saturday Jan 19, 2013

460x

 

 

 

 

 

E’ ufficiale, John Idzik (nella foto)  è il nostro Direttore Generale, e Marty Mornhinweg il nostro Offensive Coordinator.

Partendo da Mornhinweg, di cui l’operato è più facilmente valutabile:

Potenzialmente la reputo una grande acquisizione (che non vuol dire che non sia felice). Uso  “potenziale”, perché dovremmo vedere cosa produrrà sul campo prima di mettere di nuovo in piedi il solito carrozzone mediatico!

Il suo curriculum è eccellente. Sotto Andy Reid ha battuto in più di un’occasione diversi record degli Eagles ed è stato nella top ten degli attacchi più produttivi per svariati anni di seguitoin attacco.
A Philadelphia le prime 5 stagioni di sempre come produttività di yards lo hanno visto al timone. Se parliamo del punteggio reggeva invece il timone in 4 delle 5 migliori stagioni di sempre.

Mornhinweg ha anche un grande successo nello sviluppare quarterbacks (una carenza importante fino ad oggi della nostra squadra).
Nel 2008 diresse l’attacco degli Eagles nell’anno in cui Donovan McNabb stracciò i record della squadra sia per quanto concerne le yards che per quanto riguarda i lanci completati…e, al di fuori degli Eagles ha lavorato con nomi quali Steve Young e Brett Favre….Inoltre è stato anche un importante componente nel ritorno di un tale Michael Vick.

E le corse?? Come un discendente di Bill Walsh, è un West-Coast guy (qualcuno gioca a Madden13??).
Per un team come il nostro dove i quarterbacks non sono sicuramente i più forti del campionato, questo stile di gioco potrebbe essere un vantaggio enorme…

In conclusione, a parer mio, potrebbe essere l’aggiunta perfetta ad un coach come Rex Ryan che, come tutti noi sappiamo, non ne sa molto di attacco.

Ed ora parliamo del nostro nuovo GM

Prima di tutto, bisogna dare credito a Woody Johnson (e Jed Hughes) per come hanno gestito la faccenda.

John Idzik è sicuramente interessante come acquisizione anche se vecchi ricordi di un giovane Tannenbaum mi tornano alla mente.
Executive direttamente dai Seattle Seahawks, con esperienza primaria nei contratti e nel salary cap ma nel suo passato vi sono anche competenze legate a bilanci, contratti, organizzazioni dei viaggi e cose del genere.
Insomma!ha messo il naso in tutte le parti del front office di una squadra di football: ha esperienza nel managent, nel coaching, così come nella gestione dei servizi del personale…ed avendo avuto gli stessi concetti, le stesse teorie e la stessa gestione del personale fuori dal campo per tanti anni, una nuova direzione potrebbe essere una buona cosa.

La più grande chiave per me sarà come verrà gestito il gruppo di scouting (indiscrezioni dicono che Idzik porterà alcuni dei suoi ragazzi); mettere su un buon reparto del personale è fondamentale…pensate ai rottami che abbiamo collezionato negli ultimi anni!!!

Nota dolente: sembra che non butterà fuori Rex dopo un anno (che detto preventivamente mi lascia un po’ dubbioso)…Dopo un anno, infatti, Rex dovrebbe essere tranquillamente gestito dal direttore generale, piuttosto che dal proprietario.
Dare l’immagine che sin d’ora l’headcoach Rex Ryan abbia più potere del direttore generale mi lascia dubbioso.

Nel complesso comunque credo siano state due buone scelte per i Jets…quanto buone non lo so! ma auguriamoci che una nuova era stia per sorgere..

A presto!

PS scusate gli errori di ortografia e di forma ma sono in super ritardo e non ho tempo di controllare ;-)

 

ADD COMMENTS

Chiarimenti doverosi

Posted by Mate Tre under Jets #28 on Thursday Jan 10, 2013

 

Buona sera a tutti Jets Fans,

colgo l’occasione di aver ricevuto un messaggio dove mi veniva giustamente fatto notare che a fronte degli importanti cambiamenti che la squadra sta subendo (cit. “Tannenbaum via, Sparano via, Cavanaugh via e qui non si scrive niente!”) le pagine del blog rimanevano vuote….

E’ vero! e mi è sembrato doveroso specificare (e ricordare a chi già lo sa) che esiste una pagina di facebook collegata al blog.

NY Jets Italian Blog (questo il nome della pagina) viene aggiornata quasi quotidianamente e sono ben accetti commenti, dibattiti ed articoli per condividere e commetare “quasi” in diretta ciò che avviene intorno alla squadra.

Ci tengo a precisare inoltre che ciò non significa che il blog sul quale state leggendo queste parole sia stato abbandonato, ma semplicemente che una pagina facebook è molto più immediata per il commento quotidiano delle notizie.

Il blog viene e verrà utilizzato per analisi e commenti più complessi, legati a momenti temporali specifici come il draft, l’inizio dei training camp e durante la stagione.

Un ultima, doverosa, nota lo merita il fatto che quest’anno non vi è stato un puntuale commento dopo ciascuna partita anche a causa delle disgrazie che si sono viste in campo…giudicatemi come preferite, ma snocciolare dettagliate analisi sul perchè Sanchez si schiantasse contro le chiappe di Brandon Moore o sul percome lanciasse 5 intercetti a partita, bè! proprio non ne avevo voglia……

Vi aspetto su facebook, dove tra l’altro troverete sempre l’avviso di un nuovo articolo scritto su queste pagine.

Grazie a tutti per il supporto e vi aspetto numerosi per dibattiti e quant’altro vorrete portare per elevare il livello della discussione.

J-e-t-s  JETS!!

https://www.facebook.com/NyJetsItalianBlog

ADD COMMENTS

5 buoni motivi per tifare NY Jets

Posted by Mate Tre under Jets #28 on Friday Nov 23, 2012

 

 

 

 

 

 

 

 

  • Lo sport è come l’amore…più soffri più ti ci affezioni.Immaginate la soddisfazione di essere tifoso dei Jets…prendere schiaffi dal mattino alla sera dal 1969 ad oggi!!
  • Ogni match è suspence, ogni match è da rischio infarto fino all’ultimo secondo. Il tifoso dei Jets non può guardare mai la partita in modo distratto giudicando il match come “facile”. Consuma litri di birra per la tensione e non riesce neanche ad andare in bagno perchè potrebbe prendere 4 touchdown nel giro di un minuto….anche se si gioca contro la squadra dei Lego.
  • Hai sempre una buona scusa per non andare al lavoro la mattina dopo il match, puoi mandare a quel paese la tua compagna, picchiare il tuo capo o semplicemente disdire tutti gli appuntamenti che avevi preso per la settimana successiva…tutti ti capiranno e ti comprenderanno, riceverai grandi pacche sulle spalle, sorrisi di incoraggiamento e abbracci consolatori. Più nessuno potrà giudicare negativamente gli scivoloni della tua vita.
  • La vittoria ha un sapore inebriante…ricordate il cracker?? Se sei nel deserto da 10 gg e non mangi nulla e qualcuno ti tira un cracker, quel cracker per te avrà un sapore eccezionale, inimitabile, inebriante anche se non ti aiuterà a sopravvivere! Per un tifoso dei Jets la vittoria ha le stesse caratteristiche: inebriante, inaspettata ed assolutamente inutile alla sopravvivenza.
  • It’s NYC baby!! Quale migliore città per la nostra franchigia? Pressapoco da febbraio a settembre ti sembra di tifare per la migliore squadra della lega…hai una copertura mediatica mostruosa,  compaiono titoli di giornali sulla tua squadra continuamente, anche i giocatori più penosi vengono analizzati talmente a fondo che anche in Topolino si intravede un ruolo in cui potrebbe essere “awesome” o “tremendous” e dove anche Pluto viene intervistato 5 giorni a settimana su qualunque argomento riguardante lo spogliatoio…..
  • e poi … ti capita di poter vedere questo: http://nyjetssuck.com/fuck-the-jets-blog/2012/11/22/mark-sanchez-fumble-of-the-century
4 COMMENTS

Hard times, Jets times…

Posted by Mate Tre under Jets #28 on Tuesday Oct 23, 2012

 

 

 

 

 

 

 

Tra sbagli e occasioni mancate,in un raffazzonato incontro dove mi è capitato di vedere un handoff (a dir poco grottesco) che si è trasformato in due punti regalati ai Patriots. Dove ho visto Mark Sanchez lanciare una “cosa” che non mi sarei azzardato di lanciare nemmeno io mentre gioco a Madden 13 con Robert Griffin III….insomma ho visto la nostra solita squadra, che ha permesso ai Patriots di vincere sebbene non abbiano giocato bene; che, se si guarderà alle spalle, avrà la sensazione di essersi sconfitta da sola dandosi la zappa sui piedi!!

A dirla tutta i Jets hanno giocato meglio per la maggior parte della partita, ma la mancanza di equilibrio in attacco e la nostra solita incapacità di mettere sotto pressione il QB, se non con i blitz, ha permesso al solito Gronkwoski di andarsene in giro per il campo a ricevere palloni da quella puttanella di Brady (l’ho detto!! non lo sopporto!! non sopporto Brady, la sua faccia, i suoi capelli, la sua voce, il suo modo di vestire, sua moglie ed il suo maledetto sorriso da belloccio stile “Dawson Creek” ….scusate ma dovevo sfogarmi!!!)

Ed eccoci qua a ripensare alle solite quattro questioni…….

Questione nr. 1
Già!! Mark Sanchez che soffre ancora gli stessi problemi che lo affliggevano come rookie.
Nella sua quarta stagione NFLsembra ancora che debba fare il grande passo da starter di talento a professionista affermato (non lo farà mai direte voi….). La serata di domenica, credo, che da questo punto di vista sia stata l’esatto microcosmo del nostro quarterback. Sanchez che manca ricevitori in campo aperto, Sanchez che colleziona sacks che potrebbe evitare, Sanchez che si fa intercettare come un ragazzetto…ma anche un Sanchez che sa trovare Kerley al momento giusto, anche un Sanchez che se deve trovare Dustin Keller lo fa ad occhi chiusi…insomma davvero mi sembra di ricordare la commedia di Beckett “Waiting for Godot”!! Sono 4 anni che aspettiamo che il bruco si trasformi in farfalla e invece niente.

A questo punto, Mr Rex Ryan e Mr. Tony Sparano, avrei una domanda:
“Cosa fa Sanchez che Tim Tebow non può fare?” “Cosa ci trattiene dal tentare la carta del tutto per tutto??”

Questione nr. 2
Come già dicevo lo scorso anno, il fatto di aver incontrato Jeremy Kerley al draft dello scorso anno è una piccola benedizione.
Certo, Kerley non è ancora un Wes Welker o un Percy Harvin come arma offensiva, ma se pensiamo che ha già superato le sue statistiche del 2011 in appena sette partite nella stagione regolare potremmo dire che è sulla buona strada.
Domenica, approfittando di una difesa ballerina, il nostro ricevitore ha mostrato grande mani e capacità di esecuzione che fan ben sperare… contro i Patriots ha avuto 7 ricezioni per 120 yds su 11 lanci a lui indirizzati (tre di queste ricezioni hanno prodotto oltre 20 yds).
Insomma se tutto continuasse così intravedo un radioso futuro per il nostro #11.

Questione nr. 3
L’alternanza di errori e grandi giocate sono tutt’ora il più grande problema di Antonio Cromartie ma per dare il giusto peso a quanto sta avvenendo vi cito semplicemente una statistica:
Nelle quattro settimane da quando abbiamo perso Darrelle Revis, Cromartie ha visto lanciare dalla sua parte 22 volte: ha concesso 7 ricezioni, ha intercettato 2 lanci, e ne ha deflettati altri 5 passaggi.
Forse è sconcertante che egli non potesse brillare nel backfield quanto Revis, ma in sua assenza stiamo forse vedendo il miglior Cromartie da quando è sbarcato a NY.

Questione nr. 4
La difesa di New York Jets sembra essere uscita dal letargo.
Tom Brady è rimasto sotto le 300 yds e nessuno (WR o RB ha superato le 100 tds indivisduali).
La prima linea difensiva a messo la pressione adeguata sull’attaco dei “Patrioti”, pur continuando a produrre miseria in fatto di sack (uno soltanto). DeMario Davis ha fatto una ottima prestazione con 5 placcaggi singoli ed uno in coppia.
Ma è nel complesso che le prestazioni della difesa hanno dato fiducia sapendo controllare il super attacco stellare dei Patriots.
Hanno infatti concesso “solo” 20 punti su azione mentre il resto è stato frutto della safety di Sanchez e del ritorno in TD nel kick return.

Tutto sommato la squadra sta resistendo agli infortuni ed alla pressione mediatica.
L’assenza di Holmes per certi versi è quasi servita a rasserenare parte dello spogliatoio ma Sanchez continua a fare errori stupidi…non vedo Tebow come un salvatore, ma vuoto per pieno io lo metterei in campo; tanto errori per errori almeno lo stadio tornerà a riempirsi (e a rimepire le tasche di Woody Johnson) per almeno un paio di partite!!

Ci vediamo la prossima settimana amici! Domenica ci aspettano i Dolphins; gara importante per rimanere attaccati a vanagloriosi sogni di playoff e per affondare uno dei nostri avversari storici!

Ci vediamo su facebook per tutto il resto!! GO JETS!

ADD COMMENTS

Waiting for Pats

Posted by Mate Tre under Jets #28 on Friday Oct 19, 2012

 

 

 

 

 

 

 

Causa lavoro riesco solo ora a commentare la vittoria di domenica scorsa contro ” I Puledri” di Indianapolis…

Greene, insieme ad una linea offensiva che sembra finalmente essersi oliata a dovere, con un gioco di corsa impressionante, ha letteralmente asfaltato i Colts.
Mark Sanchez è riuscito a non perdere palloni per strada e Tebow gli ha salvato le chiappette su un 4° down (o erano due? boh! non mi ricordo).
La linea difensiva ha fatto il suo lavoro, come anche le secondarie..
Shonne Greene:
La cosa più impressionante è che nella partita di domenica continuava a macinare yds dopo il contatto con la difesa (82 yds per la precisione ; mi sono documentato eheheh)
Se sommiamo le 5 precedenti gare dopo il contatto con la difesa ne aveva raccimolate 141…
Molto bello tecnicamente è stato inoltre  il touchdown eseguito alla fine del terzo quarto dove ha utilizzato una spin move stile Madden per sfuggire prima ad Antoine Bethea e subito dopo alla safety Tom Zbikowski.
Greene is back?? mmm aspettiamo a dirlo!! Tenete presente che gli esperti di Fantasy Football (una specie di fantacalcio NFL) davano Greene come giocatore da schierare proprio a causa della traballante difesa dei Colts, ergo gli addetti ai lavori si aspettavano che il nostro  #23 macinasse yds su yds.

Antonio Cromartie
Tutti nei forum e nei blog ad osannare il buon Cro per gli intercetti…beh! io ho visto una storia diversa!!
Antonio è stato regolarmente battuto da Avery e da Wayne anche se i numeri non supportano la mia tesi. Alcuni errori dei sopracitati ricevitori e qualche imprecisione di Andrew Luck non mi fanno propendere per affermare che Cromartie abbia giocato bene.
Inoltre tre gravi falli per un DB della sua esperienza, 1 illegal contact e 2 pass interference, aggiungono conferme alla mia tesi.
Quest’anno sta giocando bene e grazie a lui l’assenza di Darrelle Revis è meno pesante di quanto ci si aspettasse, ma non mi sembra che si possa definire la partita di domenica come una sua “top performance”.

Muhammad Wilkerson
“outstanding” (sopra le righe, eccezionale) ecco l’unica definizione che mi viene per il gigante della Temple University…selezionarlo è davvero una delle migliori cose fatte dal nostro GM

Jets Defense vs Colts Defense
La difesa dei Jets ha sbagliato solo un placcaggio solitario; mentre i Colts ne hanno mancati 11

Tutto sommato quindi una vittoria importante per il morale e per la classifica ma il difficile viene ora… l’attacco ancora una volta sarà sottopressione e come sempre tutto resterà nelle mani di Sanchez e dei suoi errori…in division siamo tutti sul 3 a 3 (vinte – perse) con 2 vittorie contro i compagni di division (Bills e Dolphins).
Incontriamo al Gillette Stadium una squadra che quando perde lo fa per il rotto della cuffia, con due tra i migliori TE della lega ed un passing game sempre ai vertici ma con una difesa traballante e degli special teams non eccezionali. Le chiavi di volta saranno sicuramente le nostre safeties Landry e Bell che dovranno fare i conti con Gronkowsy ed Hernandez, il nostro gioco di corse e il tempo che si concederà a quel pagliaccio pidocchioso di Brady (si nota che non posso vederlo??).

Ci sentiamo presto amici!! e ricordate sempre che è meglio una brutta vittoria che una bella sconfitta….sopratutto contro i Patriots ;-)

Ah dimenticavo…la stagione dei Jets inizia domenica!

3 COMMENTS

Waiting for Godot

Posted by Mate Tre under Jets #28 on Thursday Oct 11, 2012

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

QUARTERBACK:
Sanchez: Il solito Mark Sanchez! Meno del 50% di completi (14 lanci a segno su 31 tentati) per 230 yards, 2 intercetti ed un touchdown….un paio di lanci come si deve, a dirla tutta, si sono anche visti ma stiamo parlando sempre del famoso cracker di qualche settimana!! Vi ricordate?
Tebow: Un solo tentativo di lancio su Jason Hill, una grandissima deflettazione della difesa… comunque un bel lancio in tutta sincerità! Niente di più in tutta la partita se non un 4° down chiuso su un finto punt.

RUNNING BACKS
Shonn Greene 8 tentativi per 26 yds (di cui 12 in un solo tentativo) di cosa stiamo parlando??? E’ lento, e non riesco ad immaginarne miglioramenti…Bilal Powell mi è sembrato più agile e veloce (4 tentativi per 18 yards), ma non gli è stata data l’opportunità di impattare nella partita.
Altro che “Ground and Pound”….

WR & TE
Un po’ meglio delle ultime apparizioni, impossibile negarlo.
Chaz Schilens colleziona 4 ricezioni per 29 yards mentre Kerley ne colleziona 94 di yards in 5 ricezioni.
Sinceramente Kerley ha dato una buona prestazione, dimostrando che ci si può iniziare a fidare di lui; ed anche Schilens mi ha fatto pensare che forse forse qualcosina può fare anche lui (il solito cracker, mica altro) correndo in maniera precisa le tracce assegnategli producendo anche meno yards di quelle che avrebbe meritato.
Jeff Cumberland ha preso una gran palla in end zone, per il resto ha fatto il suo lavoro senza infamie particolari.
Sicuramente non necessitiamo del povero Terrell Owens che a 38 anni ancora cerca disperatamente di accasarsi quando potrebbe dedicarsi a fare l’allenatore di ragazzini piuttosto che il commentatore piuttosto che venire in europa a passare il tempo e godendosi la vita.

OFFENSIVE LINE
C’era J.J. Watt di fronte.. ed ogni volta che lo vedo mi rendo conto della sua potenza.
Aprire buchi per le corse neanche a parlarne, mentre tutto sommato, considerando per l’appunto la presenza di un mostro come J.J. , Sanchez ha avuto anche il tempo di fare qualche lancio…Sufficienza per il rotto della cuffia ma senza i giochi di corsa non andiamo da nessuna parte.

DEFENSIVE LINE
La prima cosa di cui sono rimasto deluso è Coples, mi aspettavo molto di più da lui, invece ad oggi non ha ancora dimostrato di valere il primo pick al draft.
152 yards concesse a Foster sono un po’ tantine…come un po’ troppo è la media per portata concessa: 4,8 yards a tentativo!
Nel complesso poteva anche andare peggio però…ed hanno saputo mettere sotto pressione i Texans molto più di quanto mi aspettassi (sui lanci intendo).

LINEBACKERS
Insufficienti, lenti e macchinosi. Bart Scott e li a cazzeggiare, Maybin è tristemente scomparso da ogni telecronaca, Harris un po’ meglio …solo un pochino eh! McIntyre sicuramente il più aggressivo ed il migliore in campo; chi è McIntyre?? ah già…http://en.wikipedia.org/wiki/Garrett_McIntyre

DEFENSIVE BACKS
Totale rispetto per Antonio Cromartie che ha tenuto Andre Johnson completamente fuori partita (1 ricezione per 15 yards)..totale rispetto anche se sulla fine sul TD concesso ad Owen Daniels ha commesso un super errore girandosi dalla parte opposta a dove stava andando il texano…Nel complesso Schaub ha collezionato solo 14 completi su 28 tentativi (sembrava quasi Mark Sanchez).

SPECIAL TEAMS
Beh la corsa di McKnight da 100 yards è stato un bel vedere…come anche il falso punt con trasformazione del 4°down da Tebow.
La scelta dell’on side kick non si è capita (anche se eseguito bene) nonostante il risultato sortito.

Insomma!! poco meglio dei soliti vecchi Jets, ma sempre una squadra senza futuro se non si interverrà in maniera drastica in molti settori..

Il fatto è che abbiamo un General Manager che si sbarazza di Hunter ad una settimana o poco più dall’inizio dell’NFL; che per caso trova un buon punter dopo essersi sbarazzato di Conley a meno di una settimana dall’inizio della stagione: che viste le statistiche e le caratteristiche di Greene osava parlare di ground n’ pound; che dopo Cotchery e Edwards non ha saputo trovare un WR che potesse affiancare Holmes (il quale diciamo il vero è un buon secondo ricevitore o un primo ricevitore se hai Arian Foster in squadra); che lascia il suo allenatore parlare di viaggio al Superbowl (nel campionato scorso) senza poi cacciarlo a calci nel sedere; che tollera le puttanate da prima donna di Santonio Holmes e continua a tenerlo in squadra: che organizza una conferenza stampa di benvenuto per l’acquisizione di un secondo Qb; che …che .che….Come la grandezza di un club come la Juventus è fatta dalla società e non dai giocatori che hanno indossato quella casacca (e io non sono bianconero!!) credo che i veri mali di questa squadra siano da ricercarsi da chi in campo non scende, da chi in questa squadra vede solo una macchina da soldi …

I’m out…

ADD COMMENTS

It’s like a jungle sometimes…

Posted by Mate Tre under Jets #28 on Tuesday Oct 2, 2012

 

 

 

 

 

 

 

Allora gente bianco verde…mi tocca spendere due parole su questa squadra!! La mia squadra, la nostra squadra…

Detto con tutta sincerità preferirei evitare di dilungarmi troppo in questa farsa, ma ahimè non posso più rimandare!

Già avevo evitato di parlare di quell’ignominia di vittoria che è stata con i Dolphins (un po’ per impegni di lavoro, un po’ perchè davvero non avrei saputo cosa dire), ma ora non posso più esimermi dallo scrivere.

Dunque ladies and gentlemen..here come the same old Jets!

Per intanto, vorranno perdonarmi i tradizionalisti ma non vi spiegherò che cosa è successo nella partita di domenica con i 49ers, non vi racconterò di quella terribile prestazione che ha portato ad un 34 a 0 che potrebbe portarci solo a qualche statistica asettica di qualche altro campionato disgraziato della nostra squadra….
La verita? Ecco quello che sono stufo di non dire per non apparirvi troppo pessimista, quello che evito di raccontare dicendo a me stesso che vedo le cose da tifoso invcece che in modo obiettivo, ecco cosa avrei dovuto dire ad agosto e ancora non vi avevo detto:

Mark Sanchez: basta!! Alla 4° stagione, l’unica cosa che sa fare e portarsi a casa le tipelle dello star system.
Ha un rating in carriera alla stregua di Tebow (il che è tutto dire) e non ha il carattere per portare questa squadra da nessuna parte…nemmeno ai giardinetti a giocare a touch football.

Shonn Greene: è un mediocre, senza possibilità di risalire la china, senza possibilità di migliorare. Non mi credete? Credete a quanto il nostro general manager ci racconta? Bene! allora voglio sapere quante volte ha superato le 100 yds in partita, quante volte le 1000 yds in campionato e qual’è la sua media stagionale degli ultimi tre anni….ah! ecco!! ho ragione io ……

Wide Receivers: un altro pessimo lavoro del nosto GM Mike Tannembaum.
Nella miseria in cui versiamo abbiamo trasformato Holmes in un campione (quando in realtà può essere un buon secondo ricevitore  oppure un primo ricevitore se in squadra hai Maurice John Drew o Barry Sanders).
Jeremy Kerley? Bhè un ottimo ragazzino, appena uscito dal college ma solo un ragazzino.
Ragazzini?? mi è sembrato di sentire la parola ragazzini…Stephen Hill! ecco un altro ragazzino che avrebbe dovuto farsi le ossa, imparare e sviluppare il talento che madre natura gli ha regalato invece di partire titolare!

Tight ends: Keller? ok era infortunato ma tornerà alla prossima. Ok è un buon giocatore..mmm già ci manca un QB che gli sappia lanciare un pallone senza emozionarsi (NB il problema di Sanchez non è il braccio, ma la testa…sia ben inteso).
Chi abbiamo come riserve? Cumberland??????

Offensive Tackles: ci siamo liberati di quel sacco di patate di Hunter e abbiamo buttato nella mischia Howard..niente da dire su Howard, per carità! Ma sembra logico correre ai ripari una settimana dall’inizio della stagione con una riserva? Non si sapeva che Hunter era peggio di me???

Potrei continuare ma mi sono stufato (voglio essere sincero).
Della difesa non parlo. Sarà perchè ho giocato in difesa e capisco quanto sia duro sopportare sulle spalle una squadra quando il tuo attacco non vale nulla…sarà perchè se l’analizziamo nel complesso la difesa dei Jets ci ha tenuto a galla in 4 anni di Sanchez, Schotteneimer e Tannembaun, Hunter etc etc…sarà perchè se dovessi citare le cagate (scusate la volgarità) che tira fuori Cromartie allora non smetterei più!

Già…sono arrivato al punto della situazione!
La colpa di tutto questo non è di Sanchez, di Greene, di Hunter o di chi per essi….la colpa è della società, del nostro GM e del nostro presidente che a fronte di segnali chiari anche al sottoscritto (e ciò è davvero grave) non hanno fatto niente…
Non hanno trovato un RB che sapesse sostituire sul lungo periodo Tomlinson (Le Garret Blount ad esempio), hanno mandato via Cotchery e Edwards senza sostituirli (non parlatemi di Plaxico Burress come valida alternativa per favore); hanno ignorato i problemi di offensive line, del punter, del kicker (si anche il kicker sta li giusto perchè nulla di meglio era nei paraggi). E ancopra, per mettere sotto pressione Sanchez non hanno trovato nulla di meglio di quel finto QB che è Tebow (anche se un Tebow ti vende un botto di magliette e di posti allo stadio).

1+1+1+1+1 uguale the same old Jets signori miei!!!!

Speranze?? Nessuna per quanto riguarda il sottoscritto.
Strategie? Perso per perso mettiamo in campo Tebow! Farà ridere, farà schifo come QB ma perlomeno avremo tentato anche quello..tanto la stagione è bella che andata prima ancora di cominciare ed anche se mai avrei chiamato in causa Tebow come QB titolare sempre meglio provare anche lui… anche solo per fargli sudare la paga.
In fondo è il figlio di dio…..magari ci mette una pezza…e se non la dovesse mettere possiamo sempre prendercela con il padre!

ADD COMMENTS

Miseria e nobiltà: week 1&2

Posted by Mate Tre under Jets #28 on Tuesday Sep 18, 2012
Bills @ Jets, Week 1

Dopo un precampionato anemico offensivamente, gli avvoltoi erano pronti a sbranarsi Mark Sanchez se fosse caduto contro Buffalo ed il loro pass rush.
Ma (buon per noi) Sanchez ed i Jets sono stati in grado di vanificare quel pass rush e capitalizzare al meglio tutto lo scempio e gli errori che Ryan Fitzpatrick ha mostrato...perchè diciamoci la verità! Noi abbiamo giocato un'ottima partita e Sanchez ha sfoderato una delle prestazioni migliori della sua carriera, ma anche Buffalo ha messo del suo per portarsi a quel risultato!

Cosa abbiamo portato a casa?

Sicuramente una vittoria ancora più confortevole rispetto al punteggio; sicuramente la speranza (o l'illusione) che Sanchez sappia lanciare un pallone con la stessa perizia con la quale si muove sotto le lenzuola (già dimenticavo! è ufficiale, Mark e Eva Longoria sono fidanzati..); sicuramente i dubbi sempre più incalzanti su cosa combinerà Shonn Greene; una commozione cerebrale per Darrelle Revis e tanti sogni di gloria....

Cosa non avremmo dovuto pensare:
I Jets hanno bastonato i Bills = Mark Sanchez è il nuovo Joe Montana

Nella sua carriera, Sanchez ha dominato i Bills ogni volta che ne ha avuto l'opportunità.
Nella sua carriera finora, Sanchez ha perso contro Buffalo solo una volta e solo in overtime. Negli ultimi cinque incontri, Sanchez e compagnia hanno messo a segno 35,8 punti a partita.

Dopo un'estate dove i media hanno massacrato i Jets, vederli stravincere ci è sembrato incredibile...è come mangiare un cracker dopo essere stato a digiuno nel deserto per 3 settimane. Cazzo ti sembra il cracker più buono del mondo!! Non hai mai mangiato un cracker così....ma in verità è solo un semplice cracker!! Uno stramaledettissimo semplice cracker... (cit. Eddie Murphy).

Sanchez non fa schifo come molti sapientoni vorrebbero farci credere ma non era improvvisamente diventato Aaron Rodgers affondando quella bagnarola dei Bills per la sesta volta di fila...

Jets @ Steelers, Week 2
Lo slancio derivante dalla vittoria della week 1 contro i Buffalo Bills sembrava stesse continuando per Mark Sanchez e i New York Jets nelle prime battute della partita a Pittsburgh:
Un touchdown nel 1°quarto ci dava l'illusione che Sanchez potesse controllare una Pittsburgh deficitaria sul pass rush e priva dell'infortunato James Harrison; intanto Santonio Holmes avrebbe avuto la meglio su Ike Taylor nella loro sfida testa a testa e i Jets si sarebbero avviati verso un 2-0 (staccando tra l'altro i Patriots sconfitti dai Cardinals) mentre gli Steelers sarebbero malamente franati sotto gli occhi dei loro tifosi in attesa della loro settimana di "bye" (settimana di riposo che a turno tocca a tutte le squadre NFL) per rifocillarsi e capire cosa stesse succedendo loro....

Beh, per chi non avesse seguito la partita, le cose non sono affatto proseguite in questa maniera...
Gli Steelers sono tornati in partita, Taylor ha rimesso al suo posto Holmes, ed allegramente (per i giallo neri ovviamente) hanno zittito l'attacco dei Jets per gli ultimi 40 minuti del match.

Cosa abbiamo portato a casa??
Sanchez è tornato ad essere il solito quarterback traballante ed impreciso che tutti conosciamo.
Tim Tebow ha prodotto qualcosina in un paio di azioni (circa 25 yds su corsa) che comunque non hanno rimesso in piedi una gara già abbondantemente compromessa (non che mi aspettassi che il figlio di dio sarebbe in grado di raddrizzare un match!! sia ben inteso...)
Shonn Greene dopo un tremendo colpo alla testa è rimasto mezzo svarionato in campo fino a che l'hanno sostituito per pietà (ci tengo ahinoi a precisare che anche prima del colpo in testa stava comunque facendo un lavoro che rasentava appena la sufficienza).
Darrelle Revis quando non c'è si vede eccome...anzi si vede ancor più di quanto mi sarei immaginato sebbene non possa dire che Kyle Wilson abbia giocato male!!

Cosa non dobbiamo pensare:
I Jets hanno perso di 17 punti = Siamo la peggiore squadra della NFL

Dopo aver battuto Buffalo, siamo andati nella tana degli Steelers con aspettative troppo alte. Giocare in trasferta con una squadra quasi sicuramente da playoff, senza il tuo miglior giocatore, avrebbe dovuto farci preoccupare di più.

Ma come Rex Ryan & Co. ci hanno abituato, alle partite si va come se la prassi fosse che Davide uccide sempre Golia! Così non è...

I Jets sono 1-9 per sconfitte contro gli Steelers; Pittsburgh è un campo difficile per giocare, e sopratutto la struttura della difesa dei Jets mal digerisce Ben Roethlisberger che riesce a sfuggire alla pressione e trovare i WR anche dopo 8-10 secondi dallo snap.

Se siamo delusi cari i miei fans di New York è perchè abbiamo avuto aspettative irrealistiche circa che cosa stavamo andando a fare (senza Revis) a casa dei Pittsburgh Steelers.
A presto popolo bianco verde e ricordate che conta solo la maglia..non se si vince o si perde...conta solo la maglia!!
ADD COMMENTS

Gioie e dolori pt. 2

Posted by Mate Tre under Jets #28 on Friday Aug 24, 2012

 

 

 

 

 

 

 

Eccoci di nuovo qui! Avrei voluto aspettare la partita contro i Carolina per dare una sbirciatina ad Howard prima di scrivere ma impegni extra football (ebbene si, faccio anche altre cose nella vita oltre che pensare ai Jets) mi hanno spinto ad anticipare l’articolo che altrimenti avrebbe visto la luce chissà quando.

A presto Jets Nation!

1) Morto un papa se ne deve trovare un altro

Fortuna vuole che ieri Rex Ryan si sia deciso a comunicarci la decisione di rimuovere Wayne Hunter da titolare dando così l’opportunità ad Austin Howard di giocarsi le sue carte.
Ammetto di aver visto davvero in poche occasioni Howard in campo e conseguentemente non saprei proprio valutarne la qualità…comunque sia, chiunque è meglio di Hunter!

Sarà sufficiente  a tamponare un ruolo che era diventato per noi un incubo?

2) Spessore nel comparto dei wide receivers

Se ci ripenso, ancora mi stupisco di quando i Jets lasciarono andare Jerricho Cotchery… Jerricho era un ricevitore affidabile, sempre pronto a combattere ed era sempre stato anche estremamente produttivo…comunque quello è il passato!!
In tutta sincerità il comparto non mi ispira molta fiducia:
- Santonio Holmes, per quanto sia la stella della situazione, lo temo per i colpi di testa che ha fatto vedere lo scorso anno e per il fatto che comunque sia, diciamocelo, è discontinuo.
- Stephen Hill è pronto aper essere titolare dal  1° giorno?  Per la carità è fisicamente messo bene, atleticamente dotato ma insomma, è ancora un ragazzetto! Non me lo vedo buttato lì in mezzo al campo con la responsabilità di essere il secondo WR della squadra.
-Jeremy Kerley potrà anche essere un ragazzo nato apposta per le slot (uno “slot receiver” è fondamentalmente il 3° ricevitore della squadra, con compiti fondamentalmente sui 3°down e con traiettorie interne al campo)…ma onestamente ha ancora tanto da dimostrare!

Mentre scrivo mi sta sorgendo un dubbio…..forse forse c’è una ragione se Antonio Cromartie si autodefinisce il secondo miglior ricevitore della squadra.

3) Il tempo per Sanchez è giunto!

Non è possibile esaminare i problemi dei New York Jets senza esaminare i problemi di Mark Sanchez.
Le vittorie ai playoff dei primi anni hanno forse mascherato che dopo tre anni è ancora un quarterback incostante ed inaffidabile incapace di gestire la pressione. L’anno scorso si è classificato secondo peggiore in fatto di scelte con un rating di -27.9 collezzionando cattive decisioni, pessimi lanci, intercetti etc etc.

Sarà fondamentale per Sanchez portare il suo gioco ad un altro livello e, sopratutto imparare a fronteggiare la pressione.
Statistiche alla mano solo due QB titolari lo scorso anno avevano una percentuale di completi più bassa di lui quando erano sotto pressione….e, giusto per non farci mancare niente, uno di quei due è il suo backup Tim Tebow.

Inutile aggiungere altro…

4) Pass Rush questo sconosciuto…

Nell’articolo di ieri ho tessuto le lodi della DL e chiaramente non ho certo cambiato idea in un giorno, ma c’è sempre una domanda che mi gira in testa: chi si occuperà del quarterback avversario? Oltre ad Aaron Maybin ovviamente :-)

Inutile aspettarsi che sia una responsabilità affidata con regolarità ad un singolo individuo  (supponendo che i titolari siano Devito, Pouha e Wilkerson) verrebbe quindi da pensare a Calvin Pace che forse sarebbe la persona più adatta per questo lavoro, ma sebbene solido ed affidabile non ha l’esplosività per generare una pressione costante sui QB avversari.
La grande speranza per i Jets è che Quinton Coples diventi, molto velocemente, ciò che potenzialmente ha dimostrato di poter essere…

Se ciò non avverrà, la nostra amata franchigia si ritroverà nuovamente (come è stato negli ultimi 4 anni almeno) a vivere di blitz; con tutti i rischi che una tale predisposizione si porta dietro.

5) AFC in miglioramento e i Jets?

Ai New England Patriots mancava un playmaker difensivo e in attacco necessitavano di un uomo che potesse andare in profondità. Sono arrivati Chandler Jones, Tim Hightower e Brandon Lloyd tra gli altri.
Buffalo ha portato a casa Mario Williams e Mark Anderson.
Miami, che forse mi spaventa di meno, sembra aver comunque intrapreso un piano di ricostituzione a lungo termine.

E i Jets? I Jets semplicemente sono fermi al palo, tranne l’esserci sbarazzati di quel pusillanime di Brian Schottenheimer… restiamo con gli stessi problemi dello scorso anno sui passaggii, sul pass rushing (i tentativi di placcare il QB prima che scarichi il pallone) e con forti incertezze sulla protezione del QB.
Riusciranno a produrre quello che serve per combattere in una super competitiva AFC East? Forse in un’altra Division le loro debolezze non sarebbero così evidenti, ma ahimè noi non siamo in un’altra Division.

5 COMMENTS

Gioie e dolori pt. 1

Posted by Mate Tre under Jets #28 on Thursday Aug 23, 2012

 

 

 

 

 

 

 

 

 

E’ ovvio sostenere che nel 2011 Rex Ryan non ha avuto abbastanza lavoro come avrebbe sperato…. No Super Bowl,  no playoff, niente di niente!

Le prestazioni di alcuni grandi nomi sono finite sotto esame per scarso rendimento (Burress, Holmes, Greene, Sanchez, Scott etc etc) mentre le domande sono (e continuano ad essere) sempre le stesse: avranno i Jets imparato dalla loro esperienza nel 2011? (se penso a Wayne Hunter direi di no!!!) Sarà possibile vederli competere con i New England Patriots? Cosa diavolo sta succedendo nella linea di attacco? E tra i nostri quarter back?

Proviamo a farci una pensata sopra raccogliendo qualche spunto da un autorevole sito di analisi sportive e tentando, amore per la squadra a parte, di analizzare gioie e dolori della nostra beneamata franchigia.

Il perchè ci si debba rallegrare analizzando questa squadra lo scoprirete qui sotto, mentre per scoprire su cosa invece ci sarà da preoccuparsi dovrete aspettare ancora qualche giorno…

1) “Revis Island” è ancora un posto di lusso.

Alcuni pensano che Darrelle Revis sia eccessivamente fisico, altri che vi siano migliori cornerbacks là fuori… una cosa però è certa, non ci sono molti giocatori come lui.
Tra alti e bassi dovuti ad un piccolo infortunio, tra discussioni sul proprio rinnovo del contratto e l’astensione dal training camp lo scorso anno; quando c’è da rimanere al vertice delle statistiche tra i corner back NFL stai sicuro che lui c’è!
E come lo fa…pochi i DB in circolazione in grado di monitorare il ricevitore migliore di una squadra isolandolo dal proprio QB ed estraniandolo dal gioco.
Ad oggi nessuno sa far meglio il suo lavoro e, statistiche alla mano, i quarter backs che lanciano verso di lui hanno un rating di 45,6.
Con la sua prima offseason passata completamente ad allenarsi dal 2009,  riuscirà Darrelle a far meglio? È possibile fare ancora meglio?

2) Forza DL!!

Non saranno i giocatori più veloci della lega, ma la linea difensiva dei Jets ha eccelso lo scorso anno nell’azzittire i giochi di corsa delle squadre avversarie.
La combinazione di Mike Devito, Sione Pouha e Muhammad Wilkerson è tra le migliori quando si tratta di fermare le offensive lines avversarie dal correre le loro tracce.

Prendiamo ad esempio Pouha. Il nostro nose tackle ha sviluppato qualità eccelse nel “manipolare” il proprio avversario e nell’ impedire che egli vada dove dovrebbe…Non sorprenderà nessuno sapere che nei passati tre anni egli è finito secondo (2011), quarto (2010) e  primo (2009) nella classifica delle difese sulle corse per i defensive tackle stilata dall’ autorevole PFW.
Mettendolo tra Devito e Wilkerson e riuscendo ad aggiungere anche un nuovo rookie come Quinton Coples nel mix.. beh hai una linea difensiva che renderà la vita difficile a chiunque nella NFL decida di correre passando da quelle parti…

3) Talento sulla linea offensiva

Dopo anni passati ad avere la migliore linea della lega, si dava per scontato avere un tale livello di dominanza, ma dopo un 2011 terribile i dubbi affiorano copiosi anche qui…ora proviamo ad essere obbiettivi e riflettiamoci su:

Qualche debolezza in più c’è sicuramente, bisogna risolvere l’ormai annoso problema di Wayne Hunter, ma c’è anche un sacco di cui rallegrarsi!
Abbiamo il miglior centro della NFL (Nick Mangold), uno dei migliori left tackle (D’ Brickashaw Ferguson) ed una più che decente coppia di guardie.
Non sarà più la migliore linea della Lega…non c’è più Damien Woody, alcune cose sono cambiate, ma un sacco di squadre farebbero ancora carte false per avere una linea che ha funzionato così bene, e che ha ancora tante stelle nel suo organico, come quella dei Jets.

4) Aspettando Aaron Maybin

Le cose non giravano nel verso giusto per Aaron Maybin a Buffalo, ma con i Jets nel disperato bisogno di un pass rusher e Maybin nel disperato bisogno di un lavoro, qualcosa ha funzionato.
Un 2011 con sacks in collaborazione ed in singolo, placcaggi, “hurries” (giocate dove l’intervento di un difensore mette pressione sul QB che tenta di sviluppare il gioco), fumbles provocati e tanta esplosività…In breve, un sacco di pressione sugli attacchi avversari e il miglior pass rusher della squadra statistiche alla mano.

Conoscendo meglio il ragazzo e tenedo conto dell’aumento di massa magra che il buon Maybin ha messo su, Rex Ryan avrà sicuramente modo di utilizzare al meglio l’ex prima scelta dei Buffalo Bills.
Maagari riusciremo anche ad ovviare ad uno dei nostri annosi problemi: generare pressione sul QB senza per forza dover costantemente optare per un blitz.

5) Bart Scott

Ci sono cose che Bart Scott può fare che hanno un valore inestimabile per una squadra come i New York Jets. Certo non sarà il miglior LB in fatto di coperture ma, nel modus operandi dei Jets, la capacità di Scott di affrontare i blocchi dell’attacco frontalmente e reindirizzarli proprio dove sta correndo il RB avversario è prezioso come l’oro.
Certo, si è vista una riduzione dei placcaggi di Scott, ma tale gioco ha permesso ai compagni intorno a lui di dare il meglio in molte giocate e di poter concentrarsi maggiormente sui placcaggi.
Averlo in torno non può che migliorare le prestazioni del comparto difensivo nella sua complessità…e questo e davvero tanto come skill per un giocatore!

A presto Jets Nation!!

2 COMMENTS